EAT ME, progetto di prevenzione sensibilizzazione e intervento curato dal Centro Heta di Ancona

 

 

EAT ME, progetto di prevenzione sensibilizzazione e intervento curato dal Centro Heta di Ancona, è un contenitore culturale che ha lo scopo di catalizzare nuove modalità per approcciare i temi del cibo e del corpo, coinvolgendo non solo le realtà che si occupano di questi disturbi, ma anche artisti, operatori, associazioni, aziende. Nel 2015 produce, grazie a una raccolta crowd, un omonimo documentario di Ruben Lagattolla e Filippo Biagianti, al centro della campagna di prevenzione 2015-2016, un work-in-progress che arriverà a conclusione nell’autunno 2016.

Info fb: eatmeproject www.centroheta.it/eatme

La gente dovrebbe capire che non c’entra l’esteriorità. Pensano che io sono anoressica, sono quella cosa lì, solo se sono magra, quindi non ha senso aver ripreso peso, non ha senso aver fatto tutta questa fatica, sono al punto di prima, non so chi sono, devo recitare la parte di quella che sta male, che salta i pasti, quindi anche se voglio farlo, perché la mia disponibilità a stare meglio c’è, non riesco, perché non so chi sono…” Caterina, tratto dal documentario Eat Me

Competenze

Postato il

17 agosto 2016